Categories
Azioni

Telecom Italia, boom delle azioni dopo l’interesse di KKR

Le azioni di Telecom Italia sono balzate di oltre il 30% dopo che il gigante americano di private equity KKR ha lanciato un’offerta di acquisto da 10,8 miliardi di euro per la più grande compagnia telefonica italiana.

La proposta non vincolante valuta l’ex monopolio telefonico a 0,505 euro per azione in contanti, indicando un premio del 45,7% sul prezzo di chiusura delle azioni di venerdì, e sale a più di 33 miliardi di euro incluso il debito.

Ricordiamo infatti che il debito lordo di Telecom Italia supera i 29 miliardi di euro, e S&P la settimana scorsa ha abbassato il rating della società ulteriormente sotto il livello di investment grade. L’offerta di acquisto è più vicina ai 33 miliardi di euro in totale con il debito incluso.

Bisogna ora comprendere cosa deciderà di fare Vivendi, principale azionista. Il titano francese dei media è stato a lungo ai ferri corti con l’hedge fund attivista statunitense Elliott Management, con una bagarre che ha portato all’estromissione del predecessore di Gubitosi, Amos Genish, nel novembre 2018.

Prima dell’inizio delle contrattazioni di lunedì, la compagnia telefonica in difficoltà aveva visto il suo prezzo delle azioni perdere quasi il 50% negli ultimi cinque anni.

Il Tesoro italiano ha detto che l’interesse straniero nelle aziende italiane è “una buona notizia per il paese”. Deutsche Bank lunedì ha aggiunto che la notizia era “positiva per TI e per il settore in generale”.

Il consiglio di amministrazione di Telecom Italia, presieduto dall’ex vice governatore della Banca d’Italia Salvatore Rossi, si è riunito domenica per discutere l’offerta, che è stata caratterizzata da KKR come “amichevole”, secondo una dichiarazione pubblicata lunedì.

Per il momento, l’offerta è subordinata – tra le altre cose – a una due diligence di conferma stimata in quattro settimane, così come all’autorizzazione da parte delle principali parti interessate del governo“, ha aggiunto la dichiarazione.

Victoria Scholar, responsabile degli investimenti presso l’agente di borsa online britannico Interactive Investor, ha detto che l’offerta “segnala un più ampio richiamo al private equity americano di grandi dimensioni nel settore delle telecomunicazioni europee” e potrebbe aiutare a invertire le recenti fortune di Telecom Italia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *