Categories
Criptovalute

Bitcoin e non solo: le criptovalute più comuni

A differenza di quanto pensano molti principianti del settore, ci sono altre criptovalute oltre al Bitcoin, e altre ancora verranno fuori in futuro. Tuttavia, è indubbio che Bitcoin sia il progetto più popolare, colui che ha iniziato questa meravigliosa rivoluzione tecnologica. L’importanza di Bitcoin è talmente elevata che tutte le altre criptovalute vengono chiamate collettivamente altcoin, o monete alternative, proprio in contrapposizione con Bitcoin.

Senza alcuna autorità centralizzata su Bitcoin, possiamo inoltre ben dire che Bitcoin ha praticamente marcato le tendenze per la maggior parte delle altre criptovalute sul mercato. Le altre monete puntano infatti ad essere le versioni migliorate del Bitcoin ma… la verità è che se non ci fosse stato Bitcoin, anche loro non ci sarebbero state.

Ciò premesso, oggi sul mercato ci sono più di 1.000 criptovalute e in futuro questo numero può solo salire. Tuttavia, il Bitcoin rimarrà ancora a lungo in testa al gruppo, essendo la moneta più preferita al mondo, almeno per ora. Occhio, però, ai diretti concorrenti: ecco i principali.

Ethereum

Nella tua ricerca di informazioni online, troverai Ethereum menzionato in molti articoli. Non c’è da sorprendersi: il progetto è straordinariamente credibile, ed è ben di più di un semplice altro tipo di denaro digitale, decentralizzato e fatto per funzionare senza alcuna forma di intermediazione, controllo o frode. Tuttavia, una delle parti più interessanti è Ether, un token crittografico che viene utilizzato dagli sviluppatori per codificare, proteggere ed eseguire applicazioni (diverse dal denaro) sulla piattaforma Ethereum.

Occupa il secondo posto dopo Bitcoin in termini di valore e distribuzione. Nel corso del tempo, Ethereum è diventata la tecnologia preferita da molte persone, in quanto può essere utilizzata per criptare, codificare, commerciare e fare molto di più in modo molto decentralizzato.

Litecoin

Chiamato LTC, Litecoin è stato presente un buon numero di anni sul mercato, ed è considerato tra i migliori progetti alternativi a Bitcoin. È perfetto per te se vuoi diversificare il tuo portafoglio di monete. È peraltro realizzato sullo stesso concetto di Bitcoin, e cioè decentralizzato, si basa su una rete di computer peer-to-peer, archiviazione e backup. Soprattutto, utilizza una tecnologia chiamata scrypt, per la sicurezza: una tecnologia che può essere decodificata da CPU di livello consumer, rendendo così possibile a tutti investire in Litecoin.

BitcoinCash

Sebbene non sia un emule di Bitcoin, nonostante la relazione nel nome, è un bel viatico di investimento che sta nascendo molto rapidamente. È in gran parte utilizzato dagli appassionati di Bitcoin.

Dogecoin

Ci crederesti che questa moneta è stata creata solo per divertimento? È proprio questa la genesi di Dogecoin che, oggi, è però tutt’altro che uno scherzo. Ha molte caratteristiche simili a quelle di Litecoin e, se sei un vero appassionato di criptovalute, forse potresti trovare utile aggiungere questo token al tuo portafoglio.

Namecoin

È considerato molto simile al Bitcoin perché – inizialmente – era stato progettato proprio per essere un aggiornamento del Bitcoin; in seguito, è sembrato molto meglio rilasciarlo come moneta autonoma, temendo che potesse causare problemi se rilasciato come aggiornamento. Pur essendo uno spinoff diretto del Bitcoin, il suo valore è molto basso.

Ripple

Anche se è una delle criptovalute più economiche sul mercato, Ripple è stato integrato in alcune banche, grazie al suo design e al suo scopo. È stato creato nel 2012 come una rete di rimesse, per lo scambio di valuta e il regolamento monetario.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *